Home >

Fonditori

Da sempre la fusione delle campane è un'arte che richiede adeguate conoscenze e competenze tecniche. Non mancarono nel passato fonditori di campane improvvisati, i cui tentativi si rivelarono a dir poco fallimentari. Accanto a figure del tutto inesperte, tuttavia, troviamo anche fonditori di campane qualificati i quali, ancor oggi a distanza di secoli, vengono ammirati per le capacità tecniche acquisite e per l'ottima qualità del suono che caratterizza le loro campane.
Lungo il corso dei secoli le nostre valli furono percorse da numerosi fonditori che, in alcuni casi, provenivano anche da aree geografiche lontane. Ciò si traduce in una particolare ricchezza e varietà del patrimonio campanario della nostra Provincia, che presenta elementi di unicità a livello lombardo per l'antichità delle fusioni, qualità del suono e per i fonditori che operarono sul nostro territorio.
Non mancarono poi fonditori valtellinesi che si distinsero per le loro capacità e per la produzione di campane di ottima qualità, tant'è vero che campane prodotte da fonditori valtellinesi si possono trovare anche al di fuori dei confini della nostra provincia. Proprio ai fonditori locali abbiamo voluto dedicare uno spazio specifico per poterli conoscere meglio.
In questa sezione, pertanto, sono raccolte delle brevi biografie dei vari fonditori che ebbero modo di produrre delle campane da destinare alle nostre chiese. Le biografie fanno riferimento a testi di vari autori, basandosi sui documenti d'archivio o sulle campane prodotte tuttora esistenti. In tal modo si può ricostruire non solo la storia di ciascun fonditore, ma si possono individuare eventuali legami con altri fonditori, il bagaglio delle tecniche e delle competenze acquisite che si sono rivelate determinanti nella loro produzione ed il raggio territoriale della loro attività.